Le aziende e/o i dipendenti possono rivolgersi a Enbil per la risoluzione delle controversie insorte nel corso o al termine del rapporto di lavoro.

 Fino ad ora la Commissione di conciliazione si è dimostrata un valido strumento di risoluzione delle controversie di lavoro grazie alla:

  • professionalità dei componenti
  • rapidità delle convocazioni
  • assenza di costi per datori di lavoro e lavoratori.
 

La Commissione di conciliazione è competente ad espletare il tentativo di conciliazione in sede sindacale per lecontroversie individuali o plurime di lavoro ex Art . 410 e seguenti c.p.c.

Essa è composta:

  • per i datori di lavoro, da un rappresentante dell’Associazione di categoria
  •  per i lavoratori, da una rappresentante dell’Organizzazione sindacale cui il lavoratore si sia iscritto o abbia conferito mandato.

La parte interessata alla definizione della controversia è tenuta a richiedere il tentativo di conciliazione tramitel'Organizzazione sindacale alla quale sia iscritta e/o abbia conferito mandato.

Su richiesta del datore o del prestatore di lavoro la Commissione paritetica provvede a convocare le parti fissando il giorno e l’ora in cui sarà esperito il tentativo di conciliazione.

Qualora le parti abbiano già trovato la soluzione della controversia tra loro insorta, possono richiedere, attraverso spontanea comparizione, di conciliare la stessa ai fini e per gli effetti del combinato disposto degli art. 2113 del Codice Civile e degli artt. 410, 411 e 412 del Codice di Procedura Civile, come sostituiti dalla legge 04/11/10 n.183.

Il processo verbale di conciliazione o di mancato accordo viene depositato a cura della Commissione di conciliazione presso la Direzione Provinciale del lavoro competente per territorio.

 

News ed eventi

vedi tutte